IL SOLE NUDO  RossoCorvo 2014

Registrato presso Elfo Studio di Tavernago (PC) da Daniele Mandelli e Alexander Lizzori - Master Alberto Callegari - La foto di copertina è di LensYoungHomsi direttamente dal fronte siriano - Foto interne Andrés Maloberti - Testi e musiche Francesco Ghezzi

Suonano in questo album :

Francesco Ghezzi (voce) - GianMarco Bassi (chitarre) - Marco Fusco (basso) - Folkert Beukers (batteria) - Daniele Mandelli (seconda chitarra in Risvegli)

Il sole nudo”, pur mantenendo l'impronta caratteristica della band, è più crudo, scuro, potente e con sonorità più essenziali.
Il singolo “Damasco” il cui video è stato presentato in anteprima su XL La Repubblica e il singolo "Cannibali" il cui video è stato realizzato in esclusiva per Rockerilla, hanno anticipato l'uscita dell’album.

Il filo rosso che tiene legate le canzoni de “Il Sole Nudo” è quello della violenza, quella che viene subita, quella che viene fatta, quella fisica e materiale, e quella morale, non quantificabile esattamente, ma non per questo meno dolorosa.
Il sound è potente, aggressivo, incalzante, il basso e la batteria sono quasi sempre in primo piano, la chitarra è diretta e dal forte impatto, la voce, molto particolare e inconfondibile, sostiene l’atmosfera tesa.

Nei brani non ci sono né moralismi, né buonismi di sorta, anzi, vi si ritrova una presa di posizione netta, anche se in alcuni casi minoritaria, e una critica accesa contro la moderata equidistanza tanto in voga oggi.
C’è amore in alcuni brani, ma questo è un progetto soprattutto scuro, livido nei suoi colori, in cui prevale la rabbia e il desiderio intenso di impegnarsi in prima persona, di alzare finalmente la testa per dichiarare senza esitazioni che le parti non sono tutte uguali e rivendicare con decisione la propria. 

---------------- RECENSIONI ---------------------

ROCKERILLA #403:

"[...] testi pensanti, ritmica in avanti, chitarre lisergiche che disegnano incursioni crude e riff solidi capaci di inquadrare un'atmosfera in quattro note [...]" 

Alessandro Hellmann.

XL LA REPUBBLICA

(sul brano "Damasco"in occasione della prima Conferenza di Pace in Siria)

[...] "Il brano Damasco, ambientato nella Siria tormentata dalla guerra civile, parla dei siriani che subiscono la violenza quotidiana, l’incertezza, la paura del conflitto: di tutte quelle persone che vivono in un tempo sospeso, circondati da una continua ferocia.

Si sofferma sul divieto per gli ospedali di accogliere feriti provenienti dalle schiere dei ribelli senza segnalarli alle autorità, sull'aver allestito le cantine come pronto soccorso d’emergenza; sui carri armati schierati contro persone armate con mezzi di fortuna, sui bombardamenti sulle città, sulla follia continua di una situazione dove qualsiasi umanità sembra essersi persa.

E della speranza che non muore.[...]"

BLOW UP

“[…] uno sguardo alla Siria e alle tematiche animaliste, coi CSI che occhieggiano dietro l’angolo ma a distanza di sicurezza. Bella e vibrante la denuncia di Damasco […]” Stefano I. Bianchi

Su BLOW UP n. 192

RUMORE

"[...] Il loro alt-rock con striature new wave cerca nell'impatto la sua quadratura [...]" Stefano Bommartini 
Su RUMORE n. 268

INDIEPERCUI

"[...] finalmente una band si schiera in modo palese, la critica c’è in ogni singola strofa, in ogni singola parola e il cuore pulsante e in divenire è fiamma sempre accesa che brucia [...]"

EXTRA!

[...] Il Sole Nudo è un disco che chiamare impegnato è un eufemismo. Basta dare una scorsa ai titoli dei brani. E i testi, rigorosamente in italiano, ne sono la conferma. [...] Post-punk all'ennesima potenza mescolato a sapori mediterranei e mediorientali [...] " Valerio Di Marco

ASAP FANZINE

[...] Chitarre dirette e potenti ed una sezione ritmica oppressiva ed insistente a dare un'atmosfera spesso claustrofobica e lisergica [...] Marco Maresca.

MUSIC MAP

"...poetici ma taglienti, intensi ma diretti, definiti una delle band più promettenti del panorama indipendente italiano, mantengono la promessa in pieno e ci regalano uno dei dischi finora più interessanti di questo 2014..." (Maxrimekko)

MUSICZOOM

"[...] Nove brani appassionati, fradici di giustizia e malumore, un ascolto da brivido e da veleno che rigurgita poesie “selvagge” tra rock, scatti prog, teatralità sonica e quella diabolica contaminazione che senza ritocchi, aggiustamenti e compromessi di sorta trabocca dallo stereo[...]" Max Sannella

INDIEPERCUI

"[...] finalmente una band si schiera in modo palese, la critica c’è in ogni singola strofa, in ogni singola parola e il cuore pulsante e in divenire è fiamma sempre accesa che brucia [...]" 

TROUBLEZINE.it

"In alcuni momenti giuro che mi pare di sentire i Joy Division, gli Atomic Rooster e i Paradise Lost andare a braccetto." Ricky Brit Pop

ROCK GARAGE

"Lo stile musicale rasenta l’impeccabile; è un disco ottimamente realizzato, tecnicamente valido, ma il vero punto di forza restano i testi: reali, ben strutturati e mai banali. Il Sole Nudo è un disco che consigliamo fortemente, album che, tramite i suoi nove brani, cattura, fa riflettere e mai annoia." Piero Di Battista

RADIO BOMBAY

"I testi sono espressivi, il cantato è duro ed in alcuni frangenti urlato, avvelenato, arrabbiato, frasi ripetute initerrottamente creano sensazioni ossessive e accelerate. Il tutto completato da batterie in crescendo e chitarre elettriche preponderanti." (M.Stella Tavella)

Leggi su Radio Bombay

STEFANO GIACCONE (“I ain't marching anymore”).

[...] L’urgenza sonora e lirica (i testi) qui prende una forma sonora molto coinvolgente e non lascia cadaveri alle spalle, di sonorità leccate o rimasticate. Dalla foto di copertina, alle parole (organizzate in forma poetica/profonda e non sloganistica), alla crudezza della strumentazione (un gruppo basso, batteria, chitarre e voce che ha un suond basso/batteria/chitarre/voce, catturato nella sua essenza e nella sua forza ELETTRICA) ecco tutto ricorda la possibilità di DIRE, di ESSERCI come musicista, come giovane uomo di questi tempi (anche) infami. Un cantato molto lirico (operatic direbbero qui in UK) che crea una cruda tensione, un sound (Rock) che riporta al meglio degli anni 80, Bauhaus, Siouxie e i primi Diaframma.[...] Stefano Giaccone

RITRATTI DI NOTE

"[…] colpiscono duro creando una rara occasione per imparare a riflettere su noi stessi e sul mondo che ci circonda […]” Raffaella Sbrescia

----------------- INTERVISTE ------------------

ROCKERILLA #404

Intervista su "La questione etica al tempo dell'indie" a cura di Alessandro Hellmann

Un interessante confronto su temi cari alla band e presenti all'interno del disco "Il sole nudo"

RADIO LOMBARDIA

Intervista, presentazione del disco e live acustico della band.

Ospiti di LINEA ROCK, programma condotto da Marco Garavelli !! Live in diretta per presentare “Il sole nudo”. Alla chitarra Daniele Mandelli, che aveva già impreziosito con la sua presenza il brano “Risvegli". 

In onda in diretta TV anche su Lombardia Channel (canale 615 Digitale Terrestre).

NOTE SPILLATE

Su NOTE SPILLATE, Fabrizio Basso ospita alcuni pensieri di Francesco Ghezzi.
Leggi l'articolo completo

RADIO SHERWOOD  "SNATURA ROCK"

Intervista a “SNATURA ROCK” condotto da Francesca Ognibene su RADIO SHERWOOD

RADIO ONDE FURLANE

Intervista agli Alcova su RADIO ONDE FURLANE durante il programma "TOMMY the radio magazine" condotto da Mauro Missana. Musica, politica, etica. 

RADIO CAPODISTRIA

Presentazione e intervista su Radio Capodistria a "POMERIGGIO ORE QUATTRO" la trasmissione dedicata alle novità musicali.

NOVARADIO CITTÀ FUTURA

Gli Alcova all'ORA DEL DRAGONE. Su Novaradio Città Futura (FM 101.5 per Firenze + Area Metropolitana, 87.8 per il Mugello - in streaming su www.novaradio.info).

L'Ora del Dragone è l'ora (e mezza) della musica indipendente italiana: anteprime, novità, ospiti in studio, interviste, live-set.

HEALTHYLICIOUS

Vegan Blog di Glenda che ha voluto intervistare Francesco su come la musica possa fondersi con l'etica e portare avanti così un messaggio importante. 

I THINK MAGAZINE

"[...] La band degli Alcova è la protagonista di questa nostra nuova Thumbnail su cui vorremmo richiamare particolarmente l'attenzione, oltre che di tutti gli estimatori dell'alternative rock italiano (perché la band musicalmente si sta facendo sempre più rispettare nell'ambiente, e non a caso...), anche di tutti coloro i quali sono contro la caccia e lo specismo, perché il combo milanese qui ci propone l'ascolto e l'acquisto di un brano intenso come Cannibali, che tratta un tema importante quale appunto quello delle brutali uccisioni degli animali. Acquistando il brano su iTunes darete il vostro contributo al Rifugio ULMINO, che ospita animali in difficoltà. Insomma buona musica per una buona causa per questa nuova imperdibile Thumbnail di 

I Think Magazine

----------- ANTEPRIME VIDEO -----------

 

ROCKERILLA

Presentazione del video "Cannibali" realizzato in esclusiva per Rockerilla in favore dell'Associazione Onlus ULMINO

continua a leggere su ROCKERILLA

XL LA REPUBBLICA

(1800 visualizzazioni e 415 like a tre settimane dalla pubblicazione!)

Alcova il video di DAMASCO in anteprima su XL La Repubblica con articolo dedicato.

[...] Sono stati definiti «i cannibali dell’alt-rock italiano» Gli Alcova sono una band milanese con una forte matrice punk-new wave salita alla  ribalta della scena alternative nel 2010 con l’album d’esordio Muscolo cuore. Il Sole Nudo, che avrà come filo conduttore il tema della violenza [...]

CAMPAGNE PER GLI ANIMALI

VEGANZETTA

TERRA NUOVA

© 2023 by Alcova & Aladdin-InSaNe

  • Alcova on Amazon
  • Alcova on Apple Music
  • Alcova on Spotify
  • Alcova on Facebook
  • Alcova on Instagram
  • Alcova on Twitter
  • Alcova on Vimeo
  • Alcova on Soundcloud
  • Alcova on Youtube